Negli ultimi giorni non si parla d’altro. La paura di una pandemia imminente non ci fa fare sogni tranquilli. Anche se alcuni hanno preferito sdrammatizzare, tant’è che Plague Inc, il famoso videogioco di strategia e di simulazione del 2012 sviluppato dalla Ndemic Creations, ha raggiunto un record di download in Cina, altri preferiscono non scherzzarci troppo.

Se rientri nella seconda categoria, ecco che la tecnologia ti viene in aiuto. Il Center for Systems Science and Engineering (CSSE) della Johns Hopkins University (JHU) negli Stati Uniti, ha elaborato una mappa interattiva che vi permetterà, dalla comodità del vostro divano, di monitorare il reale andamento della malattia.

Coronavirus: conoscere i dati per capirne la portata

Mappa interattiva per visualizzare l’andamento del Coronavirus

La dashboard online  permette di visualizzare e tracciare i casi segnalati su un calendario giornaliero e inoltre, il set completo di dati è scaricabile facilmente come foglio Google. I dati del caso visualizzati sono raccolti da varie fonti, tra cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità , il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC), il Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), il Centro Cinese per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CCDC), la National Health Commission (NHC) e il DXY

Il DXY è un sito web cinese che integra i rapporti sulla situazione dalla NHC e dal CCDC in tempo reale, fornendo le stime dei casi regionali più rapidamente di quelle di cui le organizzazioni di segnalazione a livello nazionale sono capaci, secondo quanto affermato dai creatori della mappa.

Queste ultime informazioni vengono utilizzate per proiettare i casi della Cina continentale segnalati, nel pannello di controllo (decessi confermati, sospetti, recuperati). I casi statunitensi (confermati, sospetti, recuperati, decessi) sono tratti dal CDC statunitense e tutti i dati sui casi di altri paesi (sospetti e confermati) sono presi dai corrispondenti dipartimenti sanitari regionali. 

Secondo sempre i creatori, “la dashboard ha lo scopo di fornire al pubblico una comprensione della situazione dell’epidemia mentre si sviluppa, con fonti di dati trasparenti“.

Ulteriori approfondimenti:

Prima diagnosi del Coronavirus con l’utilizzo di un robot (BiomedicalCuE)

Possibili pazienti asintomatici: parla Roberto Burioni (ScienceCuE)

Cornonavirus: un nuovo ospedale in 10 giorni (BuildingCuE)

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here