Home » Giappone sviluppa il primo dispositivo 6G al mondo, veloce 20 volte più del 5G

Giappone sviluppa il primo dispositivo 6G al mondo, veloce 20 volte più del 5G

Una pietra miliare nella tecnologia della comunicazione che promette velocità straordinarie e nuove possibilità per il futuro digitale.

Categorie Ping? Pong!

DOCOMO, NTT Corporation, NEC Corporation e Fujitsu hanno collaborato per creare il primo dispositivo wireless 6G al mondo, capace di trasmettere dati a una velocità venti volte superiore a quella del 5G.

La tecnologia di trasmissione per il primo dispositivo 6G al mondo

primo dispositivo 6G al mondo

Questo dispositivo innovativo raggiunge una velocità di trasmissione dati fino a 100 gigabit al secondo (Gbps) e può operare su distanze fino a 100 metri. Le imprese hanno iniziato la loro collaborazione nel 2021, concentrando gli sforzi sullo sviluppo della tecnologia sub-terahertz, anticipando l’arrivo dell’era del 6G.

Le sfide delle frequenze sub-terahertz

A differenza del 5G, che utilizza frequenze inferiori a 6 GHz e si espande fino a circa 40 GHz, il 6G si prevede opererà tra i 100 GHz e i 300 GHz. Queste frequenze, notevolmente superiori, richiedono lo sviluppo di nuovi dispositivi wireless, una sfida che le aziende hanno affrontato con innovazione e collaborazione.

Contributi significativi delle aziende al primo dispositivo 6G al mondo

Ogni azienda ha portato un contributo essenziale allo sviluppo di questa tecnologia avanzata:

  • DOCOMO ha analizzato configurazioni di sistemi wireless per applicazioni a 100 GHz, sviluppando attrezzature in grado di supportare trasmissioni ad alta velocità.
  • NTT si è concentrata sui dispositivi per la banda dei 300 GHz, riuscendo a creare un dispositivo che supporta 100 Gbps per canale.
  • NEC ha esplorato soluzioni per sistemi wireless specifici per la banda dei 100 GHz, sviluppando un’antenna attiva a fase variabile con più di 100 elementi.
  • Fujitsu ha innovato nella tecnologia dei semiconduttori composti, essenziali per amplificare i segnali nelle bande dei 300 GHz e 100 GHz con alta efficienza.

Implicazioni e potenzialità del 6G

primo dispositivo 6G al mondo

Il successo di questo progetto apre la strada a numerosi potenziali usi, dallo streaming di video in ultra-alta definizione al controllo in tempo reale dei veicoli autonomi, aumentando significativamente le possibilità di connessione senza fili. L’impatto di questa tecnologia si estende ben oltre la semplice velocità di trasmissione, promettendo di rivoluzionare il modo in cui viviamo e lavoriamo, rendendo la connettività ultra-veloce una realtà quotidiana.

Il dispositivo 6G sviluppato in Giappone non solo segna un progresso significativo nella tecnologia delle comunicazioni ma stabilisce anche un nuovo standard per il futuro delle connessioni wireless. Con i test che continuano a dimostrare la sua efficacia e affidabilità, il passaggio dal 5G al 6G potrebbe avvenire più presto di quanto previsto, portando con sé una nuova era di innovazioni digitali.

FONTI VERIFICATE

  • Docomo – DOCOMO, NTT, NEC and Fujitsu Develop Top-level Sub-terahertz 6G Device Capable of Ultra-high-speed 100 Gbps Transmission (Comunicato stampa)