In questo ultimo periodo si è parlato tantissimo della crisi di governo che ha causato la caduta del Governo Conte, alleanza tra Movimento 5 stelle e Lega, e ha portato alla nascita di un nuovo governo, il Governo Conte Bis, che vede coinvolti Movimento 5 stelle, Partito Democratico e Liberi e Uguali. Ed è proprio in questa nuova squadra che è presente lei, Paola Pisano, Ministro dell’Innovazione Tecnologica e Digitalizzazione e donna più influente del digitale.

Paola Pisano, nuovo Ministro dell'Innovazione
Paola Pisano, nuovo Ministro dell’Innovazione

Una donna piena di grinta, che ha investito tutta la sua voglia di fare e la sua conoscenza, in primis come assessore all’Innovazione e Smart City per il comune di Torino, e finalmente approdata in Parlamento, impiegherà sicuramente la stessa grinta per l’innovazione del Paese. È stata eletta Digiwoman 2018 o “donna più influente del digitale“, ottenendo il 40,55% dei voti dai lettori di Digitalig Mag, battendo, in numero di voti ricevuti, persone altrettanto note come Samantha Cristoforetti. Docente di gestione dell’Innovazione all’Università di Torino, ha sviluppato tantissime innovazioni per rendere la sua città più smart.

“A fine mandato voglio lasciare Torino come la città italiana dove si vedrà il futuro con servizi digitali semplici, fruibili, utili per i cittadini”

La digitalizzazione della città di Torino

Come abbiamo già detto, Paola Pisano è stata assessore della città di Torino, portando innovazione e digitalizzazione in molti settori. Sicuramente qualcuno la conosce come la signora dei droni, poiché è così che è conosciuta soprattutto a Torino, dove si è davvero impegnata moltissimo per alcune iniziative che vedevano coinvolti proprio i droni. Come ad esempio lo spettacolo luminoso, che ha visto coinvolti circa 200 droni che si muovevano come fossero fuochi d’artificio.

Ed è sempre per la città di Torino che la nostra nuova Ministra si è impegnata per consentire anche a chi non ha la possibilità di lavorare, a causa ad esempio di impossibilità fisiche, o perché si trova in un letto di ospedale, di svolgere alcuni lavori. Ed è per questo motivo che ha dato vita ad un progetto per far sì che queste persone potessero essere collaborative, tramite l’uso di robot. Grazie a dei robot comandati a distanza, anche persone che hanno degli impedimenti fisici, potrebbero avere un lavoro. Certo è che la città di Torino su questo è ancora in alto mare, ma l’ex assessore ce l’ha messa tutta.

La Ministra che si batte per il 5G e per la robotica

Altro tema molto sentito da parte dell’ex assessore Paola Pisano è quello dell’approdo del 5G nella città di Torino. Poiché Torino ha un’infrastruttura di rete abbastanza imponente, la nuova Ministra si era messa in prima linea affinché ci fosse una politica che portasse le aziende, e chiunque volesse sperimentare e testare delle nuove tecnologie, come quella del 5G, ad effettuare i test all’interno della città di Torino. Questo anche per rendere più smart la Pubblica Amministrazione all’interno della città.

Proprio per questo motivo è stata creata una piattaforma di sperimentazione, Torino City Lab, che facesse sì che chiunque volesse sperimentare o testare qualcosa di nuovo, potesse farlo in collaborazione con la città di Torino e con le imprese partner che aderissero a questo progetto. Andando in questa direzione l’ex assessore immaginava un futuro in cui all’interno della città di Torino ci fossero auto a guida autonoma e droni che potessero essere d’aiuto alla città ed ai suoi abitanti.

Torino City Lab, il laboratorio per l'innovazione
Torino City Lab, il laboratorio per l’innovazione

Un altro progetto importante ed innovativo nel campo della robotica è stato il bar robotico, al quale sono state date le autorizzazioni per essere testato in un’area urbana di Torino. Per un periodo, all’interno di questo bar, ci sono state delle Intelligenze Artificiali, dei robot, che servivano cocktail ai clienti. Il tutto ha avuto un discreto successo, ed è stato motivo di orgoglio soprattutto per l’Università di Torino, che ha collaborato alla realizzazione.

Noi quindi facciamo i nostri più cari auguri alla nuova Ministra Pisano, sperando che riesca ad espandere un po’ della sua innovazione a tutta l’Italia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here