Home » Cyberdog di Xiaomi: ecco il cane robot open-source

Cyberdog di Xiaomi: ecco il cane robot open-source

Xiaomi ha presentato Cyberdog, un cane robot simile a Zeus di Boston Dynamics (ma solo nell'aspetto).

Categorie Senza categoria

Xiaomi entra nel mondo della robotica con Cyberdog, un cane robot con codice open-source e acquistabile da tutti (più o meno). Dopo Spot, il quadrupede della Boston Dynamics usato anche da SpaceX, un nuovo compagno su zampe arriva sul mercato dei robot. I due cani si somigliano molto, anche se Cyberdog è più “robusto” e tozzo di Spot. Xiaomi ha affermato che il suo robot “possiede capacità mai viste”, aumentando così le aspettative sul suo nuovo prodotto. Ma com’è fatto Cyberdog?

Cyberdog, il cane robot di Xiaomi

Spot o Cyberdog? Sarà questa la nuova sfida dei prossimi anni? Il cane robot di Xiaomi, annunciato dalla stessa azienda in un tweet e presentato durante l’ultima conferenza, sta già facendo parlare di sé da qualche giorno. Insieme a molti entusiasti c‘è anche chi storce il naso, accusando l’azienda cinese di aver copiato la Boston Dynamics. Il “bio-inspired robot” è in effetti molto somigliante al suo diretto concorrente. Ma c’è davvero confronto tra i due? A differenziare i robot, innanzitutto, c’è il prezzo: se Spot è in vendita a quasi 75mila dollari, Cyberdog ha un costo molto più contenuto di circa 1500 dollari. Una cifra alla portata di tutti (o quasi), ma che ci dà l’idea di quanto siano in realtà diverse le due macchine.

Cyberdog di Xiaomi è un cane robot pensato per uso “casalingo”: le prime unità saranno destinate a ingegneri e appassionati di robotica, ma anche ai fan dell’azienda, a dimostrazione che non servono conoscenze particolari per poterlo usare. Come ha affermato la stessa Xiaomi, il cane robot ha una natura domestica e non possiede quindi capacità comparabili con quelle di Spot, usato invece per operazioni di soccorso e di controllo. Cyberdog segue il suo padrone e risponde ai comandi, ed è in grado di analizzare l’ambiente circostante per capire come muoversi.

Nonostante la sua stazza, Cyberdog è in grado di raggiungere una velocità di 3.2m/s, mentre Spot arriva a 3.9m/s. Il cane di Xiaomi è inoltre più leggero ed è in grado di saltare all’indietro. Il robot è in grado di creare delle “mappe di navigazione” per individuare la destinazione ed eventuali ostacoli lungo il percorso. Cyberdog è poi in grado di riconosce i volti e le posture umane, così da comprendere quando seguire il suo padrone. Per fare ciò il robot è equipaggiato con lenti fisheye con angolatura ultra quadrangolare, la videocamera Intel RealSense D450, sensori tattili e un modulo GPS.

Cyberdog, il cane robot di Xiaomi. Fonte: Xiaomi
Cyberdog, il cane robot di Xiaomi. Fonte: Xiaomi

Il codice di Cyberdog è open-source e l’hardware può essere personalizzato, aggiungendo ad esempio altri sensori o videocamere aggiuntive. Xiaomi, col suo cane robot, potrebbe dare inizio al mercato dei quadrupedi meccanici grazie a un prodotto accessibile a chiunque. Non ci sono ancora informazioni sulla data di uscita ufficiale, né in quali paesi sarà disponibile.

Xiaomi Mi Mix 4 e Mi Pad 5

Durante la conferenza del 10 agosto scorso Xiaomi ha presentato due importanti novità: il Mi Mix 4 e il tablet Mi Pad 5 tanto atteso. Lo smartphone offre un design full-screen in cui anche la fotocamera scompare, rimanendo nascosta dietro il display. Il chipset utilizzato è il Qualcomm Snapdragon 88 Plus, la RAM è di 12GB e la memoria interna può arrivare a 512GB. Lo schermo è un OLED da 6.67 pollici con risoluzione 2340×1080 pixel. Per la fotografia troviamo una fotocamera da 108MP, sensore ultragrandangolare da 12MP e sensore CMOS da 1/1.33 pollici. La fotocamera frontale è da 20MP. Il prezzo varia da 660 euro a 830, a seconda dell’accoppiata RAM + memoria scelta.

Il Mi Pad 5 offre tre modelli diversi, quello base, il Pro e il Pro 5G, e in tre combinazioni di colori: grigio scuro, bianco e verde scuro. Tutte e 3 le versioni possiedono uno schermo LCD da 11 pollici con risoluzione 2560×1600 pixel. Il modello base monta il processore Qualcomm Snapdragon 860, mentre i due Pro hanno la versione 870. Per il base e il Pro troviamo una fotocamera da 13MP, e nella seconda anche un altro obiettivo per la profondità di campo da 5MP. La versione 5G invece gode di una fotocamera da 50MP. Per il pad i prezzi variano da 260 euro a 460 euro.