Home » Youtube-dl su GitHub censurato: è veramente colpevole?

Youtube-dl su GitHub censurato: è veramente colpevole?

Categorie Corsari senza bussola

A seguito di una richiesta legale ricevuta dalla Recording Industry Association of America (RIAA), GitHub ha dovuto disabilitare alcuni repository relativi a youtube-dl. Parliamo in particolare di un software scritto in Python che permette(va) il download di contenuti da diverse piattaforme di video streaming.

Non solo la repository originale di youtube-dl, ma anche i relativi fork di altri utenti per un totale di 18 repository, sono state bloccate e/o rimosse. Ricordiamo come GitHub sia stata acquisita nel 2018 da Microsoft.

youtube-dl github

Le motivazioni della RIAA

In una lettera inviata a GitHub, RIAA ha affermato che:

“Ilchiaro scopo di questo codice sorgente [la libreria youtube-dl] era aggirare le misure di protezione tecnologica utilizzate dai servizi di streaming autorizzati come YouTube di e consentire agli utenti di “riprodurre e distribuire video musicali e registrazioni sonore […] senza autorizzazione. “

La censura in questione è resa possibile dal DMCA, ovvero Digital Millennium Copyright Act, che rende possibile l’invio alla società di hosting, da parte del proprietario del contenuto anche solo ipoteticamente oggetto di violazione, di un avviso di rimozione del tool.

L’insieme delle repository bloccate è il seguente:

Youtube-dl bloccato: è opinabile?

La decisione presa risulta comunque controversa, e quindi senza ombra di dubbio opinabile. Il tool, infatti, di per sè non fornisce direttamente i contenuti protetti da copyright agli utenti che ne usufruiscono. Sotto questo aspetto, infatti Youtube-dl si comporta come i vari software utilizzati per il download di file .torrent, che di per sé non sono illegali.

Ma non solo, a livello etico questo tipo di tool risulta fondamentale nelle zone del mondo in cui non si ha la possibilità di accedere comodamente a internet, e risulta quindi necesario avere una copia locale dei contenuti. E se effettuare il download di certi contenuti potrebbe risultare non proprio legale, pensate ai video di natura educativa rilasciati sotto licenza Creative Commons, che a questo punto risulta più difficile scaricare e rendere disponibile a questo tipo di utenza.

Lascia un commento