Home » Windows 11: dopo l’evento pubblico ecco le ultime novità

Windows 11: dopo l’evento pubblico ecco le ultime novità

Dopo la presentazione pubblica nell'evento del 25 Giugno, Microsoft ha svelato tutte le ultime novità di Windows 11: da una rinnovata grafica all'integrazione con le app di Android.

Categorie I'm the creeper

Finalmente, dopo tanta attesa, Windows 11 è stato presentato al pubblico con un evento che ne ha svelato tutte le ultime (tante) novità, dopo le immagini trapelate in anteprima. Si inizia con la data del rilascio, in novembre, quando tutti i clienti Microsoft con un sistema operativo Windows 10 potranno richiedere l’aggiornamento gratuito alla nuova versione.

Naturalmente ci sono dei requisiti relativi alla compatibilità con l’hardware (specie per i computer più datati) che dovranno essere rispettati. Inoltre, sul sito Microsoft è già disponibile lo strumento per capire se il nuovo sistema operativo è compatibile con la nostra macchina. Ad ogni modo si parte da requisiti più restrittivi rispetto al vecchio Windows 10: mentre per i processori c’è un’ampia compatibilità (minimo 1 GHz con 2 core), si alzano le richieste per RAM e HDD (rispettivamente 4 GB e 64 GB). Ma vediamo insieme, dopo l’evento di presentazione, quali saranno i punti di forza e le novità di Windows 11.

Windows 11 e la nuova UI

Come avevamo già anticipato la nuova interfaccia utente, nome in codice Sun Valley, si ispira al precedente progetto di Windows 10X che non ha mai visto la luce. Il menù Start per la prima volta va al centro dello schermo con contenuti semi trasparenti per molti oggetti dell’interfaccia. I bordi sono arrotondati sia nei menù contestuali che nelle finestre quando non sono massimizzate, riadeguando notevolmente l’impatto con l’utente tramite un’interazione più fluida e dinamica.

Microsoft ha anche introdotto il sistema Snap Layout che consente di organizzare le finestre tramite pattern predefiniti nel sistema e molto rapidamente. Durante la presentazione si è parlato molto della cura dei dettagli che gli sviluppatori hanno messo per il nuovo SO. Fra questi maggiore spazio anche all’integrazione dei temi chiaro e scuro che andranno a sposarsi perfettamente con la nuova interfaccia.

La nuova UI pensata da Microsoft per Windows 11: il menù Start si sposta al centro come le altre icone, i bordi sono arrotondati e le finestre semi trasparenti. (Fonte: Microsoft).

App di Android su Windows 11?

Fra le novità più eclatanti sicuramente c’è l’uso di applicazioni di Android anche su Windows 11, tanto che per i processori ARM che eseguiranno il SO c’è la possibilità che le app funzionino in modo nativo. Invece, per tutti gli altri processori la loro esecuzione verrà garantita dalla tecnologia di Intel Bridge. Una rivoluzione che strizza l’occhio al mondo mobile dove, per altro, la casa di Redmond non era riuscita a sbarcare con il suo Windows Mobile.

Le applicazioni di Android saranno scaricabili direttamente dallo store di Microsoft e potranno essere usate liberamente sul desktop del nuovo Windows 11. Inoltre, potranno essere eseguite contemporaneamente più applicazioni e si potrà tenerle anche nella taskbar. Le applicazioni di fatto saranno quelle dell’Amazon Store, una partnership che potrà regalarci interessanti novità nel futuro.

Con Game Pass Windows 11 favorisce la piena integrazione della piattaforma di Xbox incorporandone tutti i relativi miglioramenti e le tecnologie sviluppate negli ultimi anni. (Fonte: Microsoft)

Gestione del software e piena integrazione di Xbox

Cambia anche il modo in cui gli sviluppatori potranno approcciarsi a Windows 11. Da questa versione, infatti, lo store di Microsoft diventa completamente libero e tutti i proventi delle applicazioni verranno lasciati ai produttori di software.

Sempre in tema software, come prosecuzione della pandemia, Microsoft ha annunciato l’integrazione di Teams come parte del sistema operativo per favorire la comunicazione a distanza. Sarà da vedere se questa presenza fissa comporterà anche il passaggio definitivo dall’ormai vetusto Skype.

Ultimo aspetto, il gioco, con la piattaforma di Xbox che fa da padrona nel nuovo SO. Le nuove funzionalità come per l’auto HDR, per migliorare le prestazioni visive, e il DirectStorage, che garantisce maggiore velocità e fluidità di gioco, saranno i punti di forza di Xbox. Accanto a queste, la presenza di GamePass, l’abbonamento a un grande catalogo di giochi selezionati. Infine, l’inclusione di altre tecnologie proprie della piattaforma e sviluppate nel corso di questi anni.

In conclusione, non ci rimane che aspettare il tanto atteso rilascio della versione 11 del sistema operativo Windows, sperando che accanto a tutte queste intriganti novità porti anche maggiori performance e grandi velocità.