La cosa sicuramente indispensabile per un developer, che sia agli inizi della sua carriera, o sia già esperto, è senz’ombra di dubbio un buon editor di testo. Alcuni preferiscono gli IDE (Integrated Development Environment), ovvero degli ambienti che insieme ad un editor di testo, sono forniti anche di un compilatore e di un debbuger. Spesso hanno anche altre funzionalità aggiuntive. Sicuramente tra gli editor di testo più famosi negli ultimi tempi troviamo Visual Studio Code, e la sua versione IDE, Visual Studio Community o .NET.

Visual Studio è l’ambiente integrato di sviluppo creato dalla Microsoft. Supporta tantissimi linguaggi, dal C all’ F# passando per i più famosi Python e JavaScript. Sia nella versione Code che Community troviamo un sacco di strumenti ed estensioni utili per chiunque sviluppi software. Grazie ad una comoda barra laterale si possono ricercare le estensioni necessarie alla scrittura del codice nel linguaggio che ci interessa. Altra cosa utile per la maggior parte degli sviluppatori è la possibilità di utilizzare Git direttamente dall’editor, che sia Code o Community.

Visual Studio 2019
Visual Studio 2019

Le versioni di Visual Studio ed il loro utilizzo

Come abbiamo già detto le “tipologie” di Visual Studio sono due. Per la precisione, se consideriamo anche la nuova versione Online, sono 3. Facciamo un’analisi delle differenze principali tra le prime due. Dopodichè andiamo a vedere cosa ci fornisce la versione online. Come abbiamo già detto la differenza principale tra la versione Code e la versione Community, è il differente target di utilizzo. Una è un editor, l’altra un IDE completo.

Più nel dettaglio, Visual Studio Community (chiamato anche Visual Studio .NET) è usato principalmente per lo sviluppo in .NET. È un IDE completo che presenta un editor, un debugger, un compilatore, un refactorer e fornisce inoltre la possibilità di creare packages e altro. La versione Code è molto più snella, equipaggiata con il solo editor, seppur abbia una grande quantità di plugins installabili. Entrambe le versioni hanno in comune l’evidenziazione del testo (Syntax Highlighting), la possibilità di poter scrivere codice in diversi linguaggi, ma hanno anche delle differenze, oltre l’uso che se ne può fare.

In primis la versione Community può essere utilizzata solo in ambienti Windows, e non è quindi multipiattaforma come la versione Code. Inoltre la versione Community è particolarmente utilizzata per lo sviluppo di applicazioni .NET in quanto ha un supporto completo per questo tipo di utilizzo. La versione Code è molto più utilizzata per la programmazione Web (HTML/CSS/JS/PHP), e per alcuni linguaggi come il Python o NodeJS.

La nuova versione Online, l’IDE del Cloud

La nuova versione Online è raggiungibile a questo indirizzo ed è un adattamento Cloud di Visual Studio. C’è la possibilità di integrare repository GitHub ma anche di essere interfacciata a macchine fisiche e virtuali self-hosted. È uno strumento totalmente gratuito in tutti i suoi aspetti, a meno che non si sfruttino eventuali servizi del cloud di Microsoft. In quel caso probabilmente verranno adottati dei piani tariffari a consumo o qualcosa di questo tipo.

Pagina web dalla quale si può accedere a Visual Studio Online e registrarsi
Pagina web dalla quale si può accedere a Visual Studio Online e registrarsi

Questo strumento sarà molto utile per coloro che hanno bisogno ad esempio di accedere ad un progetto mentre sono in viaggio, magari senza un PC a portata di mano. Potranno usare Visual Studio Online comodamente dallo smartphone o dal tablet. Per il momento è ancora in fase beta e si ci può iniziare a registrare per testarlo. Non è supportato su tutti i browser. Per il momento è possibile utilizzarlo su Google Chrome, mentre sarà a breve utilizzabile anche su altri browser come Firefox.

Visual Studio Online: come appare agli utenti
Visual Studio Online: come appare agli utenti

 

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here