Home » Tracing The Tracers: monitoraggio dell’algoritmo contro la pandemia

Tracing The Tracers: monitoraggio dell’algoritmo contro la pandemia

Nasce il progetto Tracing The Tracers per monitorare l'algoritmo riguardante la pandemia di COVID-19.

Categorie Covid-19 · Inside IT

Tracing The Tracers è un progetto berlinese per il monitoraggio dell’algoritmo applicato per le misure di controllo per contrastare la pandemia da COVID-19. Una trentina di professionisti tra ricercatori, professori universitari, giornalisti e leader provenienti da sedici paesi europei si sono uniti per dare vita ad un sistema di informazione sull’utilizzo dei sistemi ADM (sistemi decisionali automatizzati). Tracing The Tracers è una piattaforma online voluta da Algorithm Watch dove gli utenti sono costantemente aggiornati e informati, creando così un “sistema democratico” in cui tutti partecipano.

Tracing The Traces è una piattaforma online per il monitoraggio dell'algoritmo riguardante le misure anticovid
Nasce Tracing The Traces piattaforma online per il monitoraggio dell’algoritmo riguardante le misure anticovid

La pandemia da COVID-19 ha sconvolto la nostra quotidianità apportando cambiamenti e novità. Tra questi bisogna ricordare l’utilizzo di processi decisionali automatizzati. Da novembre 2020 le decisioni politiche sono regolate dal monitoraggio costante e preciso dei dati, e i processi di ADM hanno sostituito le tradizionali forme decisionali. Oggi sono i procedimenti matematici e l’analisi dei numeri che decretano il passaggio da una zona rossa o gialla di una regione italiana. Da qui la necessità di ideare un sistema che monitori le decisioni dei processi automatizzati.

Tracing The Tracers: monitoraggio e informazione costante

Tracing The Tracers è nata per informare gli utenti su come i sistemi ADM vengono utilizzati in Europa sulle decisioni nell’ambito della pandemia. La piattaforma è un’interfaccia pubblica che si pone come obiettivo il controllo e la mappatura dei casi. Fine ultimo del progetto è aiutare a contenere e frenare la diffusione del coronavirus in modo da poter tornare alla nostra vita in totale libertà, controllando i processi decisionali. Tracing The Tracers monitora diversi sistemi tra cui le app per il tracciamento dei contatti e quelle per il controllo dei sintomi. Vengono analizzati anche i passaporti vaccinali, i codici QR, le applicazioni basate sull’intelligenza artificiale e i dispositivi indossabili. Alla base di tale tecnologia c’è uno specifico algoritmo realizzato ad hoc.

Accuratezza rigore e trasparenza: i valori di Tracing The Tracers

Le trenta menti di Tracing The Tracers specificano l’importanza del progetto ideato, focalizzando l’attenzione sulle caratteristiche della piattaforma: accuratezza, rigore e trasparenza. Le prime due sono garantite dalla pubblicazione dei contenuti sull’interfaccia insieme all’Algorithmic Accountability Reporting and Research Network. In linea con il principio di trasparenza le analisi e le informazioni saranno divulgate attraverso documenti accademici, reportage, interviste e mass media. Nel database della piattaforma online è possibile informarsi anche sul numero dei contagi nel resto del mondo. La fine del progetto è programmata per dicembre 2021, in occasione della quale verrà pubblicato un report con i risultati ottenuti dal monitoraggio.

Tracing The Tracers consente un monitoraggio costante
Tracing The Tracers consente un monitoraggio costante degli ADM.

Aspetto innovativo e coinvolgente della piattaforma Tracers The Tracers è la presenza dell’opzione “contribuisci”. Questa funzionalità permette ad ogni utente di dare il suo contributo segnalando la presenza di un sistema ADM non ancora considerato. L’impegno e il carico di lavoro sono notevoli per il sistema: per questo il contributo di ogni utente è fondamentale. Gli ideatori di tale interfaccia inoltre specificano l’importanza della collaborazione con le altre organizzazioni attive nella lotta contro il COVID-19 attraverso la condivisione e il dialogo. Solo grazie a queste caratteristiche è possibile costituire un sistema pubblico inclusivo e democratico.

ADM: sempre più presenti nella nostra vita

Col termine “processo decisionale automatizzato” indichiamo tutte quelle soluzioni e decisioni prese da un algoritmo in maniera automatica. Tali processi ormai sono entrati a far parte della nostra vita, irrompendo in numerosi settori, dall’analisi dei curriculum vitae alla guida senza conducente. Dal 2020, per contrastare la pandemia da COVID-19, anche la sanità si è avvalsa di tale tecnologia. Si prevede che in futuro le decisioni automatizzate supereranno sempre di più quelle prese dalla mente dell’uomo e ben ragionate.