fbpx

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Starlink: al via la beta privata per l’internet satellitare secondo Elon Musk

La compagnia di Elon Musk permetterà a breve, ad un numero limitato di persone, di accedere ad internet attraverso Starlink e fare così da beta tester

Iniziano, finalmente, i test per il pubblico del servizio che offre Starlink. La compagnia di Elon Musk infatti permetterà a breve, ad un numero limitato e selezionato di persone, di accedere ad internet attraverso la propria piattaforma satellitare attraverso un programma di beta testing.

A partire da qualche settimana, infatti, è possibile registrarsi dal sito Starlink indicando la propria email e indirizzo, ed essere così aggiornati quando il servizio sarà disponibile nella propria zona.

starlink beta

A chi è destinata la beta iniziale di Starlink

I fortunati beta tester selezionati da Starlink sono proprio coloro che si sono già registrati al sito e che hanno indicato come zona di appartenenza gli Stati Uniti settentrionali e il Canada del sud, ma interesserà anche alcune comunità rurali dello stato di Washington.

Ai partecipanti scelti viene richiesta una chiara visione del cielo del nord, dal momento che i 600 satelliti lanciati fin’ora sono in grado di coprire, e quindi offrire, l’accesso ad internet solo alle latitudini tra i 44 e i 52 gradi Nord.

L’hardware necessario per utilizzare Starlink

Ai (fortunati) prescelti, che soddisfano quindi i requisiti di visibilità, verrà inviata una parabola (plug & play) per poter comunicare con i satelliti Starlink, insieme ad un kit che servirà alle apparecchiature per poter comunicare correttamete. Stando ad un tweet di Elon Musk, le parabole hanno dei motori che permettono loro di orientarsi autonomamente per avere un’ottima visione dei satelliti.

Nel pacchetto sarà presente anche un router, già approvato dall’FCC, con supporto al WiFi Dual Band 2.4 GHz e 5GHz. Ovviamente, nelle prime fasi la comunicazione non sarà continua e potrebbe presentare dei momenti di “buio”, avvisa SpaceX, in quanto il sistema è ancora in fase di ottimizzazione da parte del team.

La fase di test sarà comunque completamente gratuita. Ai partecipanti verrà solamente chiesto l’addebito di 1$ per testare anche il sistema di fatturazione del servizio.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here