Programmazione

    Electron 1.0 – Il Tool per creare webapp crossplaform. (AToolAWeek)

    Uno dei problemi più rilevanti nel creare webapps, è il dover diversificare il codice per ogni OS, perdendo più tempo nel creare la compatibilità che la webapp stessa.
    Per questo ci viene incontro Electron 1.0, un tool per costruire webapps crossplatform che non necessitano neanche di un browser per essere eseguite!

    [button color=”” size=”large” type=”” target=”_blank” link=”http://systems.closeupengineering.it/category/a-tool-a-week/”]CLICCA QUI PER ALTRI TOOLS[/button]

    Electron 1.0

    Electron 1.0Questo imponente tool ci aiuterà a creare delle vere e proprie applicazioni desktop in HTML e Javascript, che conterranno al loro interno un browser web.
    In questo modo si potrà creare una UI in HTML e gestirla in Javascript.
    Un’unica soluzione per TUTTI i sistemi operativi desktop, senza bisogno di installare pacchetti di compatibilità.
    Electron inoltre include una larga gamma di API per svolgere funzioni complesse che nei vari sistemi operativi richiederebbero codice specifico. In questo modo, basterà richiamare l’API necessaria e Electron si occuperà di eseguire il codice specifico del sistema operativo su cui risiede l’app.

    Electron è completamente Open Source ed è stato utilizzato per creare app da tante delle grandi case software: Microsoft, Facebook, Slack, e Docker, per esempio.

    Ecco un video di prova:

     

    Vogliamo farvi iniziare subito quindi…

    # Clone the Quick Start repository
    $ git clone https://github.com/electron/electron-quick-start

    # Go into the repository
    $ cd electron-quick-start

    # Install the dependencies and run
    $ npm install && npm start

    Kite, assistente alla programmazione

    Kite Plugin – Il tool che rivoluzionerà la programmazione

    Se siete sviluppatori, qualsiasi sia il linguaggio di programmazione che più utilizzate, sarete abituati al costante lavoro di ricerca online per qualsiasi errore, libreria, algoritmo di cui avete bisogno.
    Al giorno d’oggi infatti la programmazione è per la maggior parte del tempo un continuo studio online. In media un programmatore alle prime armi, per ogni 10 righe di codice esegue una ricerca online. In ogni 5 righe di codice esegue un errore di sintassi.
    Un programmatore esperto sarà meno esposto a questo processo, ma ciò non toglie che si ritroverà nella stessa situazione di un novellino quando dovrà programmare in un linguaggio che non conosce bene.

    [button color=”” size=”large” type=”” target=”_blank” link=”http://systems.closeupengineering.it/category/a-tool-a-week/”]CLICCA QUI PER ALTRI TOOLS[/button]

    Ma quanto tempo si perde effettivamente nel lavoro di ricerca, e quanto è davvero necessario?
    Il tempo perso nella ricerca e nell’imparare, studiare e correggere parti di codice è molto più di quello che servirebbe per arrivare a una soluzione effettiva al problema che ci si presenta:
    questo perchè Google (o qual si voglia motore di ricerca) non è sviluppato apposta per i programmatori, non ha strumenti appositi per la programmazione. Anche se Bing ci ha provato, introducendo una funzionalità che avrebbe dovuto aiutare gli sviluppatori a ricercare più comodamente codice online, niente da fare, i motori di ricerca non sono il massimo.
    Manuali cartacei? non ne parliamo nemmeno. Manuali digitali? Già meglio ma.. Non possono contenere tutte le informazioni che vi servono.
    Quindi?

    Kite plugin: l’assistente alla programmazione

    Kite Plugin è un tool in closed-beta che si pone l’obiettivo di assistere lo sviluppatore nella ricerca di codice, ma non solo. In tempo reale segue il vostro codice, e mostra suggerimenti, indicazioni e soluzioni: tutto ciò di cui avete bisogno.
    Offre esempi in tempo reale con le classi che state utilizzando, mostrando le soluzioni per popolarità.
    Quando si creano script con editor di testo, molto spesso non si hanno correttori automatici. Kite si occuperà anche di questo.
    Inolte, si integra perfettamente con shell o terminale.

    Riassumendo, le funzionalità sono:

    1. Docs in tempo reale
    2. Esempi in tempo reale
    3. Integrazione con il terminale
    4. Completamento e correzione automatica

    I possibili sviluppi di un tool simile sono infiniti, e i possibili vantaggi sono altrettanti.

    per partecipare alla beta, seguite questo link.

     

     


    Vuoi leggere i nostri articoli senza pubblicità?

    Sostieni il nostro progetto e avrai la possibilità di: