fbpx

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

I robot soffici si preparano alla sfida

Molti esperti pensano che i robot soffici sono il futuro della robotica. E per confermare la loro teoria e convincere chi la pensa diversamente, sono venuti in Italia.

Durante la settimana in corso si sta tenendo a Livorno un evento internazionale, il Soft Robotics Week, dedicato a tutti i robot fatti di silicone, dalle forme più strane, che per la loro caratteristica di essere soffici, riescono a muoversi in terreni e a compiere operazioni che non sarebbero possibili a macchine metalliche.
Organizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, con l’Istituto di BioRobotica e il Centro di ricerca sulle tecnologie del mare e la robotica marina, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), all’interno del progetto europero RoboSoft, all’evento è possibile vedere robot dalle sembianze di polpi, serpenti, bruchi e molte altre forme, dalle più strane alle più comuni.

Gara robot soffici, soft robot week 2016. Close-up Engineering
PH: ansa.it
Team PACBot

Gara robot soffici, soft robot week 2016. Close-up Engineering
PH: ansa.it
Team PACBot

Numerosi gli argomenti proposti, dedicati agli studenti di dottorato, nel corso delle giornate, tra cui: manipolazione e movimenti dei robot soft, robot subacquei e volanti, robot indossabili e robot soffici utilizzati per protesi e riabilitazione.
Ancora più lunga è la lista degli speaker, che comprende professori delle migliori università italiane e ricercatori internazionali.

La gara grande sfida

A chiudere la settimana, il 29 e 30 aprile ci sarà la prima gara mondiale per robot soffici, aperta al pubblico. 23 team composti da studenti e ricercatori da diverse istituzioni nel mondo, metteranno in gioco i propri robot per sfidarsi nel campionato. Sono previste due prove, una terrestre, per dimostrare l’abilita nel muoversi in terreni accidentati (a cui partecipano 14 robot) e una di manipolazione, dove bisogna portare a termine differenti compiti (con 9 partecipanti).
Il premio totale è di €5000 più altri premi e finanziamenti per le squadre. Ma il vero scopo della competizione non è decretare un vincitore, bensì spingere l’innovazione dei robot soffici, ancora poco trattati nonostante le loro potenzialità.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here