Vi è mai capitato di fare pulizia, magari in qualche ripostiglio dimenticato, e di trovare dei veri pezzi di antiquariato tecnologico, magari un monitor CRT, un modem 56K o dei floppy disk? La risposta è sicuramente sì! La stessa cosa è accaduta sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). L’astronauta tedesco Alexander Gerst dell’ESA, proprio nei giorni in cui si celebravano i primi vent’anni di attività dell’ISS, ha trovato a bordo dei floppy disk risalenti al 1995.

Queste vere e proprie reliquie erano proprietà di due membri della crew ISS: William Shepherd e Sergei Krikalev, entrambi appartenenti alla prima missione Expedition 1 risalente all’anno 2000.

Esponenti di un passato ormai superato

“Ho trovato un armadietto sulla Stazione Spaziale che probabilmente non veniva aperto da un po’ di tempo…”, ha scritto Gerst su Twitter, allegando la foto del contenitore ritrovato.

All’interno di un raccoglitore, i floppy disk formato 3,5 pollici, ci sono le utility di Norton per i sistemi operativi Windows 95 e Windows e Windows 98, software per le interfacce SCSI, qualche documento relativo ai “Lab PCs” (con tutta probabilità i computer del laboratorio) e informazioni riguardanti i due astronauti dell’Expedition 1. Il tutto conservato in meno di 2 MB.

In un mondo ormai governato dai terabyte, connessioni 5G e da dispositivi mobili sempre più piccoli e potenti, ritrovare questi oggetti ci fa pensare ai passi da gigante che ha fatto la tecnologia in soli vent’anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here