Buone notizie dal CES di Las Vegas: annunciata la nuova proposta di fascia media della linea RTX con architettura Turing, la GeForce RTX 2060, e la nuova famiglia di GPU mobile “GeForce RTX 20-Series”, basata su anch’essa su architettura Turing, composta dalle GeForce RTX 2080, RTX 2070 e RTX 2060.

L’architettura Turing riesce a gestire fino a 10 gigarays al secondo. Questo significa un miglioramento di 25 volte rispetto all’architettura Pascal. Secondo le dichiarazioni della stessa NVIDIA “usando le capacità di rendering ibrido di Turing i software possono simulare il mondo fisico con una velocità 6 volte maggiore rispetto alla generazione Pascal”.

GeForce RTX 2060: più potente della 1070 Ti a un prezzo abbordabile

Keynote al CES di Las Vegas. Credits: hdblog.it

La scheda, che supporta il ray-tracing, cioè, la tecnica che permette di simulare il comportamento fisico della luca nelle scene e che calcola il colore dei pixel tracciando il percorso che la luce dovrebbe compiere viaggiando dall’occhio dello spettatore lungo la scena virtuale 3D, è la proposta più economica della gamma RTX con un prezzo di 375 euro, e verrà messa in commercio dal 15 gennaio 2019.

La nuova scheda dovrebbe essere, secondo quanto detto da NVIDIA, 60% più veloce della Ge Force GTX 1060 e che supererebbe nel gameplay anche la GTX 1070 Ti. Inoltre, utilizzerebbe anche il DLSS (Deep Learning Super Sampling) che migliora la resa dell’antialiasing utilizzando l’Intelligenza Artificiale in modo da limitare l’impatto sulle prestazioni.

GeForce RTX 20160. Credits: hdblog.it

Le specifiche sono le seguenti:

  • GPU
    • NVIDIA CUDA core: 1920
    • RTX-OPS: 37T
    • Giga Ray/s: 5
    • Boost Clock (MHz): 1680
    • Base Clock (MHz): 1365
  • Memoria:
    • 14Gbps
    • 6GB GDDR6
    • Ampiezza dell’interfaccia di memoria: 192-bit
    • Banda di memoria (GB/sec): 336 GB/s
  • Dimensioni: 112,6 mm x 228,60 mm. 2 slot
  • Alimentazione e dissipazione:
    • Temperatura massima GPU: 88 gradi Celsius
    • Potenza: 160W
    • Alimentazione a 6 fasi
    • Alimentatore consigliato: 500W
    • Connettore 8 pin
    • Doppia ventola

GPU mobile: già integrate sui portatili da gaming

“I portatili GeForce RTX 2080 Max-Q possono fornire prestazioni due volte superiori a una PS4 Pro in un formato portatile, offrono 8 GB di memoria GDDR6, sono più veloci di una scheda video desktop GTX 1080, sono il 40% più efficienti di un portatile GeForce GTX 1080 Max-Q e possono riprodurre Battlefield V a 1920×1080 con impostazioni Ultra, effetti di ray tracing Ultra e DLSS abilitato”, afferma Nvidia.

Secondo quanto dichiarato al keynote, oltre 40 nuovi modelli di portatili, disponibili dal 29 gennaio 2018, di diversi produttori, sarebbero già equipaggiati con le nuove schede, e di queste, 17 sarebbero Max-Q, i modelli più sottili a elevata potenza e autonomia.

Le specifiche e le principali differenze sono consultabili nella seguente tabella:

Specifiche delle schede mobile. Credits: www.tomshw.it

NVIDIA propone un interessante bundle: quelli che acquisteranno una GeForce RTX 2060 o GeForce RTX 2070, potranno avere una copia di Battlefield V o Anthem. Invece a quelli che preferiranno una GeForce RTX 2080 o GeForce RTX 2080 Ti, verranno regalati entrambi. Per quanto riguarda le schede mobile, quelli che opteranno per un portatile GeForce RTX presso rivenditori che aderiscono all’iniziativa, potranno scaricare entrambi i giochi.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here