fbpx

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Microsoft chiude la piattaforma di streaming Mixer: nuova partnership con Facebook

Microsoft ha annunciato oggi, tramite un post ufficiale sul blog, che la propria piattaforma di streaming Mixer, verrà chiusa.

Microsoft ha annunciato oggi, tramite un post ufficiale sul blog, che la propria piattaforma di streaming (gaming e non) Mixer, lanciata il 5 gennaio 2016, verrà chiusa.

La fasi della chiusura avranno inizio immediatamente, a partire dal 22 giugno 2020. E’ stato infatti creato un “piano di transizione” per gli streamer di Mixer sulla piattaforma di game streaming di Facebook e la piattaforma onorerà e “asseconderà il più possibile tutti gli accordi esistenti con i partner”, secondo l’articolo del blog che descrive in dettaglio la notizia.

Microsoft mixer

I big di Microsoft Mixer

Il shutdown inizia quindi subito, e Mixer continuerà a funzionare fino al 22 luglio. A quel punto, tutte le app e i siti collegati a Mixer verranno reindirizzati a Facebook Gaming.

“Fin dall’inizio, Mixer ha creato l’esperienza di livestream più coinvolgente e interattiva. Abbiamo deciso di aiutare gli streamer a costruire grandi comunità basate sul profondo coinvolgimento con il loro pubblico. Tutti voi siete stati fantastici durante questo viaggio – la comunità Mixer si è concentrata sulla creazione di comunità accoglienti e inclusive e dovreste essere orgogliosi di ciò che avete realizzato insieme.

In definitiva, il successo di partner e streamer su Mixer dipende dalla nostra capacità di ridimensionare la piattaforma per loro il più rapidamente e nel modo più ampio possibile. È diventato chiaro che il tempo necessario per far crescere la nostra comunità di livestreaming su scala era fuori misura con la visione e le esperienze che Microsoft e Xbox vogliono offrire ora ai giocatori, quindi abbiamo deciso di chiudere il lato operativo di Mixer e aiutare passaggio dalla community a una nuova piattaforma”

Ricordiamo diversi streamer di grande fama, come Ninja e Sindone, che si sono spostati da Twitch a Mixer quest’anno per operare esclusivamente su quest’ultima piattaforma. Sembra comunque che alcuni streamer, dipendenti e partner di Mixer non abbiano ricevuto un avviso circa l’arresto.

CUE FACT CHECKING

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here