fbpx

SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Marvin Minsky: quello che ci ha lasciato dell’intelligenza artificiale

Se le macchine intelligenti potessero provare emozioni, sarebbero tristi di questa perdita. Aveva 88 anni quando è morto il 24 Gennaio 2016. Marvin Minsky ha lavorato al MIT dal 1958, compiendo numerosi studi riguardanti l’informatica e l’intelligenza artificiale.
Con la laurea in matematica e un dottorato nella medesima materia, fu scienziato, ingegnere, filosofo e anche inventore. Nel 1951 costruì SNARC, la prima rete neurale simulata, e inventò, tra l’altro, il primo microscopio a scansione confocale, alcuni dispositivi robotici tra cui alcune braccia robot e il “Muse”, un sintetizzatore di musica elettronica. Nel 1958 fondò, insieme a John McCarthy, il laboratorio di intelligenza artificiale del MIT.

Nel corso della sua vita studiò l’intelligenza artificiale secondo l’aspetto tecnologico e dal punto di vista etico, quindi l’impatto che essa potrebbe avere nella società, scrivendo diverse opere come “La società della mente” nel 1985 e “The emotion machine” nel 2006. Minsky pensava che la mente umana potesse essere replicata da un computer, permettendo contemporaneamente di studiare meglio il cervello dell’uomo.
Per i suoi contributi nell’informatica, Minsky vinse l’A.M. Turing, il “premio Nobel” dell’informatica, il più alto riconoscimento in questo settore.

Marvin Minsky, pionere dell'intelligenza artificiale. Close-up Engineering
Source: iltempo.it

Quello che ci ha lasciato dell’intelligenza artificiale è l’intelligenza artificiale stessa. Il concetto che abbiamo di essa è tale solo grazie a lui, come le sfide riguardanti l’IA che scienziati e ingegneri cercano tutti i giorni di superare, sono iniziate da lui. Oggi abbiamo robot che ci capiscono e robot che ci assomigliano come il piccolo iCub, cervelli artificiali che imparano come noi e software che riproducono l’intelligenza umana, e tutto questo è anche merito di Marvin Minsky.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su systemscue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here