Home » Al via il Green Pass europeo: dai primi di luglio la nuova funzione sarà disponibile su Immuni

Al via il Green Pass europeo: dai primi di luglio la nuova funzione sarà disponibile su Immuni

Con l’ultimo rilascio dell’applicazione Immuni verrà integrata anche la possibilità di consultare il proprio Green Pass oltre a poterlo ottenere tramite altri canali digitali.

Categorie App · Welcome Simon

La certificazione verde (chiamata anche Green Pass) è il nuovo certificato digitale emesso dal Ministero della Salute e che sarà valido in tutta Europa a partire dal 1° luglio grazie anche all’integrazione con Immuni. Per facilitare gli spostamenti e l’accesso a eventi con molte persone, il Governo Italiano, in accordo con l’Unione Europea, ha promosso l’adozione di questa certificazione che attesa uno dei seguenti stati:

  • tampone con esito negativo nelle ultime 48 ore;
  • ciclo vaccinale completato;
  • avvenuta guarigione da COVID-19.

L’attivazione in Italia è avvenuta il 17 giugno scorso grazie alla piattaforma predisposta dal Ministero della Salute che contiene tutti i dati sanitari dei cittadini ed è in grado di rilasciare la certificazione. In Europa sarà valida a partire dal 1° luglio e permetterà di muoversi più liberamente.

L’SMS che sta circolando in questi giorni con la comunicazione del codice per richiedere la certificazione verde (Green Pass).

Come funziona

In questi giorni molte persone stanno ricevendo SMS con quello riportato nell’immagine sopra, indicante un codice per richiedere il Green Pass europeo. Infatti, i codici disponibili per permettere ai cittadini di attestare la loro immunità o negatività al Covid sono i seguenti:

  • CUN: tampone molecolare
  • RNFE: tampone antigenico rapido
  • NUCG: certificato di guarigione
  • AUTHCODE: codice autorizzativo che si riceve via e-mail da “Ministero della Salute” (noreply.digitalcovidcertificate@sogei.it) o SMS da Min Salute

Ciascuno di questi codici da accesso alla certificazione verde con la quale è possibile spostarsi in Europa, accedere ad eventi e, nel caso di zone arancioni o rosse, spostarsi liberamente anche fra queste. Naturalmente il certificato è stato pensato proprio per favorire un naturale rientro alla normalità, evitando regole stringenti per chi è guarito o si è vaccinato contro il virus.

Inoltre, il Ministero ha previsto anche diverse modalità di richiesta:

  • tramite l’app di Immuni alla voce EU Digital Covid Certificate,
  • con l’app IO,
  • tramite il portale dgc.gov.it con Tessera Sanitaria o SPID/Carta d’Identità Elettronica,
  • presto anche sul Fascicolo Sanitario Elettronico,
  • infine, con l’aiuto dei medici di base e dei farmacisti.
L’app Immuni conterrà una nuova voce “EU Digital Covid Certificate” per accedere al proprio Green Pass (Fonte: Immuni).

L’integrazione di Immuni per il Green Pass

A partire dalla versione 2.5.0 sarà disponibile una nuova voce chiamata “EU Digital Covid Certificate” dove poter caricare il proprio EU Digital Covid Certificate, cioè il Green Pass europeo. Con una procedura molto semplice si potrà recuperare il certificato digitale (grazie ad uno dei codici già ricevuti sopra) e validarlo così da renderlo autentico. Infatti, dopo aver inserito uno dei codici attestanti le condizioni per ricevere il certificato, è possibile validare la richiesta grazie alle ultime 8 cifre e alla data di scadenza della propria tessera sanitaria.

Una volta validata l’operazione sarà possibile accedere al certificato digitale e anche stamparlo per una più pratica fruizione o per coloro che necessitano di un supporto cartaceo in mancanza di altro. Il Green Pass sarà un codice a barre bidimensionale (QR Code) che conterrà la firma digitale del Ministero della Salute al fine di impedirne la falsificazione. Per di più, essendo erogata solo tramite app e piattaforme nazionali sarà possibile essere certi della reale autenticità di tale dichiarazione.

Le prossime fasi saranno il rilascio dei primi certificati il 28 giugno per tutti coloro che sono stati vaccinati, che sono guariti o hanno tampone negativo entro e non oltre il 17 giugno. Via via si procederà quindi ad estendere la disponibilità del sistema fino alla completa erogazione per tutti i cittadini italiani. Infine, dal 1° luglio verrà abilitata anche l’internazionalità del certificato, rendendolo valido in tutti i paesi dell’UE.

Non ci resta, quindi, che completare il nostro ciclo vaccinale per poter poi accedere ai benefici del Green Pass europeo.