Home » Elon Musk ha fondato una nuova start-up, così nasce X.AI

Elon Musk ha fondato una nuova start-up, così nasce X.AI

Elon Musk ha fondato una nuova start-up chiamata X.AI. L'imprenditore ha dichiarato di volerla utilizzare per creare una nuova intelligenza artificiale.

Categorie Inside IT

Elon Musk, il miliardario americano, sta lavorando alla fondazione di una nuova start-up per lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale con sede in Nevada. La sua nuova azienda si chiamerà X.AI, nome che richiama altri progetti di Musk come SpaceX e XCorp, ed entrerà in competizione con Open AI. Ecco di che cosa si tratta. 

I progetti di Elon Musk

Elon Musk fonda una nuova start-up per l’intelligenza artificiale a cui ha dato un nome per lui significativo. Si chiama infatti X.AI, in cui la lettera “X” richiama il progetto SpaceX e anche il nuovo nome di Twitter, XCorp, che punta a diventare una superapp simile a WeChat. Inoltre, è il nome dato al suo settimo figlio. Non è la prima volta che Musk si avvicina al mondo dell’Intelligenza Artificiale. Infatti, Elon Musk ha fondato nel 2015 anche OpenAI insieme all’attuale CEO, Sam Altman. Ha poi abbandonato il CdA nel 2018 a causa di contrasti con i suoi ex compagni di viaggio, probabilmente legati alla tipologia di intelligenza artificiale da sviluppare. 

La posizione di Elon Musk sull’intelligenza artificiale

Secondo le informazioni attualmente disponibili, Musk sta lavorando al lancio di questa nuova sfida imprenditoriale dal mese di febbraio. Questo periodo coincide con la firma di una lettera, a cui hanno aderito oltre 1.800 imprenditori e accademici, che chiedeva uno stop allo sviluppo di intelligenze artificiali più avanzate. In mezzo alla rapida evoluzione di questa tecnologia, Musk ha assunto posizioni diverse e talvolta contraddittorie, senza mostrare una strategia chiara. 

elon musk

Dopo aver lasciato il consiglio di amministrazione di OpenAI, Musk ha espresso il suo scetticismo riguardo allo sviluppo dell’intelligenza artificiale, almeno nelle sue forme attuali. La sua posizione critica sembrava così forte da portarlo a firmare una petizione della Future of Life Institute, un’organizzazione no-profit, chiamata Pause Giant AI Experiments. La petizione chiedeva uno stop immediato dell’addestramento di sistemi di intelligenza artificiale più potenti di GPT-4 per almeno sei mesi. Secondo la petizione, il timore era di sviluppare sistemi di intelligenza artificiale competitivi con l’essere umano che potessero comportare gravi rischi per la società e l’umanità. Oltre a Elon Musk hanno firmato la petizione oltre mille esperti del settore dell’intelligenza artificiale e dell’informatica. Una delle firme è di Steve Wozniak, co-fondatore di Apple nel 1976.

La fondazione di X.AI

Elon Musk ha fondato la sua nuova azienda, X.AI lo scorso 9 marzo nello Stato del Nevada. Attualmente, Musk figura come direttore dell’azienda, mentre Jared Birchall come segretario. Non si hanno molte informazioni sul progetto, ma sembra che il suo obiettivo sia quello di inserirsi nel mercato dell’Intelligenza Artificiale. Musk avrebbe scelto Igor Babuschkin eManuel Kroiss, entrambi ingegneri di DeepMind, come collaboratori dell’azienda. Elon Musk, nel lanciare la nuova start-up, ha dichiarato di voler creare un’intelligenza artificiale chiamata Truth GPT:

 “Sto per lanciare qualcosa chiamato Truth GPT o un’intelligenza artificiale che cerca la massima verità e cerca di capire la natura dell’universo”.

Elon Musk
elon musk

Di che cosa si occupa la nuova start-up di Elon Musk?

Al momento non si conoscono molti dettagli riguardanti X.AI, la nuova società fondata da Elon Musk. Tuttavia, si sa che la società partirà con una dotazione di 10.000 schede grafiche (GPU Graphical Processing Unit) acquistate attraverso Twitter (ora X Corp). Queste daranno vita alla sua intelligenza artificiale perché consentiranno l’elaborazione dei dati per i software di criptovalute e per quelli che gestiscono l’intelligenza artificiale. Attualmente l’imprenditore sta cercando di trovare investitori tra coloro che già hanno acquistato quote di SpaceX e Tesla. Il suo obiettivo è quello di aumentare il capitale del progetto e accelerare il suo sviluppo per entrare in competizione con OpenAI.

FONTI VERIFICATE