Home » Come creare la postazione gaming perfetta per ogni tipo di gioco

Come creare la postazione gaming perfetta per ogni tipo di gioco

Cosa non può mancare nella postazione perfetta di un videogiocatore? Vediamo insieme come scegliere al meglio gli accessori da gaming: monitor, pc, mouse ed i diversi accessori.

Categorie Curiosità e consigli · Gaming

Negli ultimi 5 anni gaming e videogiochi si sono trasformati da svago e intrattenimento per pochi a fenomeno culturale ed economico di portata globale. È cambiata la percezione sociale intorno al gaming (basti pensare al probabile futuro inserimento dei videogiochi nel programma dei prossimi Giochi Olimpici) e allo stesso tempo si sta affermando sempre di più la categoria del gamer professionista con tanto di stipendio e contratto ufficiale. Se anche noi sogniamo una carriera in questo campo dobbiamo partire dalle basi, ovvero da una postazione di gioco perfetta per ogni tipo di attività, ed ecco come allestirla.

Come deve essere la sedia per giocare al meglio?

Fare il videogiocatore professionista richiede di passare molte ore seduti davanti a uno schermo. Per questo motivo il primo accessorio da acquistare sarà una sedia professionale da gaming, in grado di non stressare la schiena e la colonna. Senza parlare di marchi una buona seduta deve essere ergonomica, meglio ancora se dotata di altezza, schienale e braccioli regolabili, fatta in materiali anti-sudore (il poliuretano ad esempio) e dotata di cuscinetti posizionati sui punti nevralgici della schiena.

Le caratteristiche dei monitor e PC ideali

Proseguiamo con l’hardware, la vera e propria stazione di controllo della nostra postazione gaming. Fondamentale sarà la scelta del monitor. Una buona soluzione è quella di puntare su uno schermo widescreen, perfetto sia per i titoli classici che per i moderni sparatutto in prima persona. Oltre alla conformazione dovremo valutare anche altri parametri come la risoluzione, l’aspect-ratio e gli Hz. Puntiamo su prodotti che abbiano un FPS (frame per secondo) superiore ai 100 Hz per avere la massima fluidità di gioco.

Oltre al monitor il fulcro dalla postazione sarà, ovviamente, il PC. Le possibilità sono praticamente infinite e in commercio si trovano PC già assemblati per il gaming, oppure computer talmente potenti da far “girare” senza problemi ogni tipo di gioco. Non esistono ricette valide per tutti ma un buon prodotto non può prescindere da una scheda grafica e da una CPU dalle prestazioni elevate, mentre per quanto riguarda la memoria gli standard minimi sono gli 8GB per la RAM e i 600 GB di spazio di archiviazione su disco rigido.

Accessori da non sottovalutare: mouse e tastiera

A seconda delle nostre preferenze di gioco dovremo prestare grandissima attenzione anche alla scelta delle periferiche, mouse e tastiera in primis. Escludiamo le classiche tastiere da ufficio e scegliamo un prodotto gaming-oriented con i tasti meccanici o a membrana. Per quanto riguarda il mouse, invece, la migliore soluzione sarebbe quella di testare con mano le varie tipologie esistenti. Il mouse da gaming dovrà essere comodo da usare, ma soprattutto dovrà adattarsi alla perfezione alla conformazione della nostra mano e dovrà metterci a disposizione tutti i comandi necessari al genere di giochi con cui andremo a cimentarci.

Postazione da gaming: cosa non deve mancare

Monitor, PC, tastiera e mouse andranno posizionati in maniera intelligente e funzionale ed è proprio per questo motivo che una delle scelte più importanti da fare è quella della scrivania. Le migliori scrivanie da gaming sul mercato hanno alcune caratteristiche che le rendono perfette per adagiare l’attrezzatura, sono dotate di cassetti per le periferiche e hanno scomparti in cui nascondere o passare i cavi per lasciare il piano di gioco libero da impedimenti e ostacoli. Ovviamente la scelta dovrà essere fatta in base alle dimensioni e alla conformazione della stanza di gioco.

GPU CPU giochi PC

Chiudiamo con alcuni aspetti che molti sottovalutano ma che in realtà sono davvero fondamentali quando si parla di sessioni di gioco lunghe e impegnative. Uno di questi è l’illuminazione, fondamentale per non stressare troppo gli occhi e per non aumentare il livello di tensione. La luce naturale resta la migliore in assoluto ma se giochiamo soprattutto la sera possiamo optare per led o piccoli faretti, possibilmente di colori tenui e rilassanti.

Non sono imprescindibili ma migliorano nettamente l’esperienza di gioco delle buone casse da gaming, dotate di alto wattaggio e frequenza di risposta di alto livello. Fissiamo un budget (non ci serviranno casse enormi da studio di registrazione musicale), e cerchiamo le migliori offerte attualmente disponibili online. Con pochi euro potremmo trovare prodotti che ci faranno giocare come se fossimo sul posto.