Come ogni anno i primi giorni di gennaio a Las Vegas sono permeati da un’aura di innovazione tecnologica. Questo perché i più grandi colossi dell’industria tecnologica e numerose startup provenienti da tutto il mondo si riuniscono per presentare i loro nuovi prodotti al CES.

Arrivati ormai alla 53esima edizione, il volto del CES sta cambiando. Dopo le macchine a guida autonoma e gli assistenti vocali come Alexa, quest’anno i protagonisti dell’edizione sono stati il tanto temuto 5G e i nuovi televisori con una risoluzione a 8K.

Abbiamo quindi deciso di riunire alcuni dei prodotti presentati al CES 2020, per categoria.

Wearables

Diesel On Fadelite

Disponibile alla vendita da marzo 2020 presenta alcune tra le funzioni comuni ai normali smartwatch come la possibilità di ascoltare la musica tramite Spotify, Google Assistant, Pay, GPS e monitoraggio del battito cardiaco. Tra le novità troviamo invece la collaudata piattaforma Qualcomm Snapdragon Wear 3100, la possibilità di mostrare due fusi orari aggiuntivi grazie al quadrante “Globe” e gli effetti legati al meteo aggiornati in base alla posizione dell’utente.

Withings ScanWatch

Di certo questi smartwatch rappresentano il dispositivo medico più avanzato disponibile in commercio. Autonomia di 30 giorni, resistenti all’acqua fino a 50 metri e possibilità di scegliere fino a 30 diverse attività. Grazie al sensore PPG integrato sono in grado di rilevare aritmie solamente toccando per 30 secondi i due lati della cornice dell’orologio. Tramite il sensore SpO2, che emette e assorbe un’onda luminosa che passa attraverso i vasi sanguigni, è invece possibile monitorare le apnee notturne.

Suunto 7

Questa gamma di smartwach presentata al CES rappresenta la perfetta fusione tra gli smartwatch propriamente detti e gli sportwatch. Primo del marchio ad utilizzare Android Wear OS permette pagamenti con Google Pay oltre che tutte le classiche funzioni di uno smartwatch Wear OS. Per quanto riguarda la parte sportwatch presenta ottimizzazioni e profili precaricati per oltre 70 discipline sportive. Gestione delle mappe offline permettendo di monitorare le proprie performance. Misura continuamente la frequenza cardiaca anche in acqua durante il nuoto e può sopportare profondità fino a 50 metri.

Televisori

Samsung Q950TS 8K

Con uno spessore di 15 millimetri questo televisore sorprende per la completa assenza di una cornice. Supporta i contenuti nativi in 8K (codec AV1) e grazie al Quantum Processor 8K di nuova generazione è in grado di effettuare un upscaling di notevole qualità sfruttando l’intelligenza artificiale e il machine learning. Da non tralasciare la qualità del suono che riceve una spinta notevole grazie alla presenza di speaker integrati ai lati della tv e un subwoofer posizionato sul retro.

Samsung Sero

Completamente nuovo e originale è il televisore The Sero il cui punto forte è la possibilità di poterlo ruotare di 90 gradi diventando così uno schermo verticale. Vincitore del premio “Best of Innovation” del CES rappresenta il tentativo di sedurre il pubblico più giovane avvicinandosi il più possibile all’assetto degli smartphone.

Gaming & Pc

MSI GE66 Raider laptop

In questa edizione del CES, MSI ha presentato il successore di GE65 Raider. Le informazioni sulle sue caratteristiche tecniche sono ancora poche, ma ciò che sappiamo è che sarà presente una batteria da 99,9 Wh, scheda grafica Nvidia RTX abbinata ad una RAM da 32 GB e una SSD M.2 PCIe 3.0 x4 con capacità massima di 2TB. La CPU sarà una Intel Core di decima generazione. A completare tutto un display da 15,6” con risoluzione FHD (refresh rate da 300 Hz) e una tastiera con LED RGB su ogni tasto.

Nvidia 360Hz G-sync monitors

Nvidia in questa edizione del CES ha invece presentato quello che sembrerebbe essere il primo monitor al mondo con una frequenza di aggiornamento a 360 Hz. Il tutto avviene grazie alla tecnologia G-Sync che fa si che i frame vengano aggiornati al di sotto dei 3 ms. Le prestazioni aumentano così del 37% rispetto ai monitor a 60 Hz e del 4% rispetto ai monitor a 240 Hz.

AMD Ryzen 4000 mobile

AMD ha presentato invece i nuovi processori Ryzen 4000 basati su un’architettura a 7 nanometri. Sono presenti due modelli della serie H con TDP da 45 Watt: Ryzen 7 4800H e Ryzen 5 4600H. Integrano 8 e 6 core rispettivamente. Funzionano ad una frequenza di base di 2,9 e 3 GHz, ma possono raggiungere i 4,2 e 4 GHz su singolo core.

E ci sono poi cinque modelli della serie U con TDP di 15 Watt: Ryzen 7 4800U/4700U (8 core), Ryzen 5 4700U/4600U (6 core), Ryzen 3 4300U (4 core) con frequenze base comprese tra 1,8 e 2,7 GHz.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here