Home » Apple WWDC 2021: le novità introdotte in iOS 15

Apple WWDC 2021: le novità introdotte in iOS 15

Apple si appresta a presentare i cuori pulsanti del nuovi dispositivi che vedremo a settembre. Quali sono le novità introdotte da iOS 15?

Categorie It's not a bug, it's a feature

Come ogni anno e l’arrivo del primo caldo, Apple si appresta a presentare quelli che saranno i cuori pulsanti dei nuovi dispositivi che vedremo a settembre. Stiamo parlando della lineup dei nuovi sistemi operativi che troveremo a bordo dei nuovi prodotti, nella speranza di trovare la nuova architettura anche su iPhone. Ma quali sono le novità introdotte da Apple da iOS 15?

iOS 15: integrazione a tutto tondo

Con iOS 15 iPhone diventa ancor più integrato nella vita delle persone con funzioni che migliorano il suo utilizzo.

Con FaceTime in chiamata di gruppo capiremo chi sta parlando grazie ad una cornice che si attiva nel momento in cui uno dei partecipanti sta parlando, l’introduzione dell’audio spaziale (che ci da la sensazione di avere nella stessa stanza i nostri interlocutori) e l’isolamento auditivo in modo da rendere più naturale la comunicazione, inoltre avremo la funzione ritratto che sfocherà lo sfondo.

Arriva anche la nuova funzione audio basata su un algoritmo sonoro che analizza lo spettro del flusso vocale, eliminando i rumori di contorno (come il traffico) in modo tale da isolare la voce evitando così eventuali disturbi in riunione, così come la possibilità di creare dei link qualora abbiate bisogno di pianificare riunioni in stile Webex.

iOS 15

La funzione SharePlay ci permetterà di condividere audio e video, come una serie tv, in modo tale da poter guardare la stessa serie tv con il nostro interlocutore nonostante la distanza. Una specie di screen mirroring ma ottimizzata, estesa e migliorata. E per la prima volta FaceTime arriva su Android e Windows (non in versione app).

iOS 15: tante le app aggiornate

Le notifiche sono state ridisegnate usando l’intelligenza on-device con icone più grandi se si tratta di notifiche importanti o di persone, e verranno classificate per priorità (meno recenti o più recenti). Le notifiche più rilevanti verranno mostrate in cima e questo dipenderà da alcuni fattori, come l’orario di ricezione o ancor meglio in base alla percentuale di interazione con l’utente con cui stiamo dialogando.

iOS 15

La sezione non disturbare riceve delle diramazioni con la possibilità di impostare la modalità in base alla necessità di focus dell’utente, troveremo infatti oltre al non disturbare, personal, work e sleep.

iOS 15

In base a questi parametri, le notifiche verranno gestite in modo diverso sulla base dei parametri impostati dall’utente nella sezione dedicata in impostazioni. Ovviamente questi stati avranno impatto anche sullo stato in messaggi, quindi se saremo in chat e imposteremo una delle precedenti funzioni, all’interno della chat, il nostro stato erediterà lo stato attivo (per es non disturbare), informando appunto che saremo momentaneamente non disponibili.

L’app fotocamera riceve 2 funzioni molto utili, Live Text che ci permette attraverso l’intelligenza artificiale di evidenziare il testo in una foto dandoci la possibilità di fare delle operazioni, come copiare e incollare il testo in note, quindi convertirlo in vero e proprio testo, e con la modalità Visual Look Up l’utente può ricavare delle informazioni, come accade su Google Lens. Inoltre potremmo ricavare i metadati dalle immagini.

Su Wallet potremmo aggiungere carta d’identità, badge e chiavi d’albergo, inoltre nasconderà automaticamente le carte scadute, come quelle d’imbarco.

Su Mappe possiamo usufruire della vista globo 3D e le città sono molto più dettagliate, l’app ci avvisa quando scendere dai mezzi pubblici e vengono introdotti dei nuovi segnaposto. Inoltre in fase di navigazione con CarPlay, mappe ci da la possibilità di una navigazione più immerisva grazie alla realtà aumentata (in Italia entro fine anno).

L’app Meteo viene ridisegnata fornendoci molte più informazioni come UV, vento e pressione biometrica, ovviamente la schermata cambia in base al meteo e alla località.

Safari viene completamente ridisegnato ereditando la grafica del finder in macOS Big Sur e viene reintrodotta la lente d’ingrandimento che avevamo perso con iOS 13. Anche l’app “Dov’è” si aggiorna, introducendo il supporto ad AirTag con la possibilità di localizzare altri dispositivi iOS collegati al proprio account vicini ad un nostro AirTag.

Con iOS15, inoltre, Siri sarà attiva anche offline grazie all’elaborazione vocale che non verrà più elaborata sui server, ma in locale. Il passaggio ad un nuovo iPhone diventa ancora più intelligente, Apple infatti darà la possibilità di effettuare un backup (solo temporaneo) su iCloud anche se non disponiamo di uno dei 3 piani a pagamento, evitando così di farlo su PC/MAC.

A cura di Giulio Montanaro.