Project Titan è il progetto che mira a realizzare auto a guida autonoma su cui Apple sta ormai lavorando da anni. E sembra che con Mark Rober i risultati stiano prendendo una piega diversa (in meglio si intende!).

Chi è Mark Rober?

Mark Rober è un popolare Youtuber che conta circa 3.4 milioni di iscritti sul suo canale. È noto per i suoi video legati alla divulgazione scientifica e alla creazione di gadget fai-da-te. Ma prima di tutto Rober è un ingegnere meccanico che ha trascorso otto anni presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA e che ha anche lavorato come Product Designer presso Morph Costumes.

È noto per essere stato qualche volta ospite del “Tonight Show” (famoso programma televisivo condotto da Jimmy Fallon) e dal suo profilo Linkedin si apprende che ha cambiato lavoro nel 2015 indicando genericamente il titolo di “Product Design Engineer” nella San Francisco Bay Area.

In un thread AmA (Ask Me Anything) su Reddit, un anno addietro Rober aveva scritto di essere stato assunto da una “grande azienda tech della Bay Area”, rifiutando però di indicare il nome spiegando che non poteva rivelarlo e che stava lavorando con un team alla creazione di prodotti non ancora presentati.

Da tempo si vocifera che sia stato assunto da Apple per lavorare all’interno dello Special Projcets Group. Lo riferisce Variety spiegando che, a Cupertino, Rober si occupa di progetti legati alla Realtà Virtuale (VR) e in particolare dell’uso della VR nell’ambito dell’intrattenimento on-board con le auto a guida autonoma.

Display Immersivo
Immersive Visual Display
Credits: www.macrumors.com

A cosa lavora Apple

Alcune domande di brevetto presentate da Apple questa primavera ci danno un’idea di ciò su cui Rober ha lavorato. A marzo, Apple ha presentato una domanda di brevetto per un Display Virtuale Immersivo e una per un Display Virtuale Aumentato. Entrambi descrivono sistemi basati sulla realtà aumentata che potrebbero essere utilizzati dai passeggeri delle auto a guida autonoma. I brevetti elencano Mark Rober come un inventore primario.

Il primo riguarda un sistema per le auto che consente di visualizzare informazioni sulla strada che si ha davanti, inclusi elementi che sono al di fuori della visione del conducente. Il secondo è invece legato a un display per la Realtà Aumentata utilizzabile dai passeggeri.

From Apple’s patent application for an “augmented virtual display.”
Display a Realtà Aumentata
Credits: www.variety.com

Come funziona?

Entrambi i brevetti in questione descrivono visori VR che dovrebbero alleviare la chinetosi (mal d’auto) nelle auto a guida autonoma, mostrando ambienti virtuali in linea con i movimenti fisici vissuti dai passeggeri e altri elementi che appaiono come oggetti fissi nel contesto esterno. In questo modo il sistema potrebbe anche risultare d’aiuto nella produttività, permettendo ai passeggeri di svolgere lavori mentre si trovano all’interno dei veicoli in movimento, senza provare mal d’auto.

La domanda di brevetto menziona anche la possibilità di incorporare avatar virtuali in un’esperienza di bordo: “Ad esempio, una rappresentazione virtuale di un autore o di un ospite di talk show può sembrare seduta sul sedile accanto al passeggero; l’autore virtuale può leggere uno dei suoi libri al passeggero, oppure l’host virtuale del talk show può ospitare il suo spettacolo dal sedile accanto al passeggero, con le loro voci fornite attraverso il sistema audio. 

From Apple’s patent application for an “augmented virtual display.”
Host Virtuale per l’intrattenimento on-board
Credits: www.variety.com

Apple sta attualmente lavorando su un software di guida autonomo che è in fase di test sui SUV Lexus. Tale tecnologia sta per essere implementata anche nelle navette che trasportano i dipendenti all’interno del campus. Apple ha infatti firmato un accordo con Volkswagen per utilizzare i furgoni Volkswagen T6 Transporter come navette a guida autonoma.

Su Project Titan sono circolate voci di tutti i tipi riguardo a ridimensionamenti, licenziamenti, ripensamenti. Tuttavia rimane confermato l’interesse di Apple per le auto. Le ultime voci riferiscono che il gruppo dirigente che si occupa del “Project Titan” avrebbe l’obiettivo di creare un sistema di guida autonoma, qualcosa che permetterà ad Apple di pensare a partnership con produttori di auto già affermati o progettare veicoli veri e propri solo in futuro.

È interessante che Apple stia pensando a modi per integrare i dati del mondo reale ai veicoli tramite l’esperienza VR: “L’integrazione del sistema VR con un veicolo in movimento offre l’opportunità di migliorare le esperienze virtuali che non sono disponibili stando seduti in una stanza utilizzando un simulatore stazionario o indossando un auricolare VR. Ad esempio, accelerazioni e movimenti in un’esperienza virtuale possono essere abbinati o migliorati da accelerazioni e movimenti del veicolo, e quindi non devono essere simulati utilizzando i vettori di gravità come in un simulatore stazionario. “ 

From Apple’s patent application for an “augmented virtual display.”
Intrattenimento on-board.
Credits: www.variety.com

E mentre le domande di brevetto di Rober si concentrano principalmente sulla VR per le auto autonome, molte delle tecnologie descritte potrebbero essere utilizzate anche per la realtà virtuale in altri contesti. Ad esempio, la domanda di brevetto per un “display virtuale aumentato” descrive i modi per combinare schermi TV virtuali, e-book e altri contenuti in realtà virtuale, fornendo allo stesso tempo segnali visivi del mondo reale, qualcosa che potrebbe essere essenziale per qualsiasi tentativo di costruire un auricolare che combina AR e VR, indipendentemente dal fatto che sia utilizzato in un veicolo in movimento o meno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here