Il 3 Dicembre cade un compleanno molto speciale per tutti i videogiocatori: la Playstation invecchia un altro po’, e quest’anno arriva a 25 (sì, ci sentiamo molto vecchi a scriverlo).

Esattamente 25 anni fa, nel 1994, Sony lanciava sul mercato la prima della famiglia di console che avrebbe rivoluzionato il modo di videogiocare, rimanendo per tutto questo tempo tra i leader videoludici.

La rivoluzione di Sony

In un mercato dominato da SEGA e Nintendo, riuscire a farcela era molto difficile. Ken Kutaragi, all’epoca uno dei tanti dipendenti di Sony, non si lasciò però abbattere dai due giganti: insieme al suo team realizzò la prima console casalinga dell’azienda.

La prima rivoluzione che introdusse fu l’utilizzo dei CD al posto delle cartucce. Il primo riusciva a offrire molta più memoria rispetto a queste: parliamo di 700 megabyte contro 32, che permetteva quindi di sviluppare con molta più libertà, e di creare di conseguenza contenuti più ricchi. I costi di produzione, inoltre, si ridussero di molto. Oltre a ciò, la Playstation garantì dei grandi passi avanti anche per la grafica, che nel tridimensionale conobbe un miglioramento decisivo.

La storica Playstation, prima console di Sony. Credits: dailybest.it
La storica Playstation, prima console di Sony. Credits: dailybest.it

Un’altra differenza importante con le “vecchie” console fu la capacità di cambiare la concezione dei videogiochi, e quindi anche il target. Se prima le cartucce e le console venivano vendute solo nei negozi di giocattoli e quindi orientate ai bambini, con la Playstation si spostò il mercato nei negozi di elettronica e musica. La console divenne di tendenza e ampliò il bacino di utenza, conquistando anche i giovani adulti e dando inizio a tutta la cultura videoludica che oggi è più viva che mai.

Playstation: un successo planetario

Se a Dicembre i ragazzi Giapponesi poterono cominciare a giocare con la nuova console, il resto del mondo dovette aspettare quasi un anno: in Europa e in America la console arrivò solo nel Settembre del 1995.

Sony puntò molto sulla pubblicizzazione della console, girando degli spot decisamente innovativi e accattivanti per l’epoca. Una caratteristica che contribuì a far apprezzare la Playstation al grande pubblico era anche la possibilità, da non sottovalutare, di poterla utilizzare come lettore di CD audio. Una cosa che oggi diamo per scontata, ma che all’epoca non era affatto usuale: la possibilità di avere due strumenti in uno era sicuramente un vantaggio enorme e una peculiarità allettante per chi la voleva acquistare.

Alla fine degli anni ’90 Sony registrò un boom di vendite per la console: in soli due anni vendette 40 milioni di unità. Il primo gioco venduto con Playstation fu Ridge Racer, un simulatore di guida arcade.

Ridge Racer, primo gioco per Playstation. La resa 3D è eccezionale, se confrontata con le altre dell'epoca.
Ridge Racer, primo gioco per Playstation. La resa 3D è eccezionale, se confrontata con le altre dell’epoca.

Dal 1994 Sony non ha mai smesso di migliorare il proprio prodotto, rilasciando console a cadenza regolare: 4 versioni rilasciate finora (considerando solo le home console), con una quinta attesa per il 2020.

Il successo fu e continua ad essere mondiale. L’unica console ad aver venduto più della Playstation è stata la … Playstation 2. Questa, dal 2000 (anno di uscita) al 2013 (anno di dismissione) vendette più di 150 milioni di unità, diventando la console per tv più venduta di tutti i tempi.

Un messaggio da Jim Ryan

Jim Ryan, Presidente e CEO della Sony Interactive Entertainment, ha voluto scrivere un messaggio per l’occasione a tutti i fan della Playstation:

Il 3 Dicembre 1994 – 25 anni fa – la prima Playstation ha debuttato in Giappone. Iniziando come parvenu all’interno di Sony, Ken Kutaragi e il suo team hanno portato avanti una visione che elevava i videogiochi ad una forma di intrattenimento di cui chiunque potesse godere, e allo stesso momento creava una piattaforma che permetteva agli sviluppatori di videogame di esprimere la loro creatività. La prima Playstation ha venduto 100.000 unità in Giappone il primo giorno, ed è diventata la prima console in assoluto a superare 100 milioni di unità vendute in tutto il mondo.

Abbiamo toccato il tasto giusto con la community dei videogiocatori perché Playstation ha offerto per prima delle esperienze ludiche oltre ciò che si poteva immaginare di fare con una home console. Fin dall’inizio abbiamo fornito agli sviluppatori gli strumenti e la tecnologia adatti a creare mondi sempre più belli ed estesi, e a sperimentare nuove idee. Questo approccio ha portato alla varietà di giochi per cui Playstation è conosciuta, una caratteristica del marchio che è stata mantenuta nelle diverse generazioni di console.

Negli ultimi 25 anni Playstation è sempre rimasta l’avanguardia dei videogiochi, e sono onorato di aver fatto parte del team sin dai primi giorni. Ricordo che mentre mi occupavo di gestire e far crescere il business in Europa ho avuto a che fare con tante attività da zero, a partire dall’assunzione di dipendenti fino all’ordinare il mobilio per gli uffici. A quei tempi ci siamo concentrati sul rifornire anche i piccoli mercati, per assicurarci che un giocatore in Polonia si sentisse parte di una comunità più grande, come si poteva sentire un giocatore negli Stati Uniti o in Giappone. Siamo stati supportati da fan appassionati in tutto il mondo e il nostro business è cresciuto significativamente, e l’attenzione alla community è per noi più importante che mai.

È davvero gratificante per noi vedere che i fan cresciuti con Playstation trasmettono il loro amore per i videogiochi ai figli, che ora giocano con la PS4.

Da parte di tutti noi di Playstation – grazie per aver intrapreso questo viaggio con noi. Non vediamo l’ora di celebrare il prossimo traguardo con voi!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here